in assisi .com
Assisi

Basilica Papale di San Francesco di Assisi

La Basilica Papale superiore

Nel 1253 fu Papa Innocenzo IV a consacrare gli altari delle due Basiliche Inferiore e Superiore.

I muri e gli altari c'erano ... ma gli affreschi?

Dovettero però passare altri 25 per vedere i primi affreschi.

Ai Papi romani il brand San Francesco, inizialmente osteggiato, era utile, anzi necessario e quindi finanziarono e commissionarono l'esecuzione delle opera ai migliori artisti fiorentini.

Prima arrivò Cimabue (1277) affrescando la zona del transetto di sinistra poi l'allievo Giotto (1296) con l'inizio del vasto ciclo pittorico composto dalle 28 "Storie di San Francesco", una biografia dipinta.

La Crocifissione del Cimabue

Transetto di sinistra La Crocifissione del Cimabue

Una curiosità.

All'epoca di Cimabue il bianco veniva realizzato con l'ossido di piombo ... il risultato oggi in molte scene i toni un tempo chiari appaiono scuri, come in un negativo di una pellicola fotografica.

La spiegazione però potrebbe far sorgere un'altra domanda a chi (specie se molto giovane) ha solo usato macchine fotografiche digitali o smartphone ... cosa è un negativo di una pellicola fotografica?

Il ciclo Giottesco della "Vita di San Francesco"

Navata a destra

  • Tav. I     - L'omaggio di un uomo semplice che stende il suo mantello davanti al Santo



L'omaggio di un uomo semplice che stende il suo mantello davanti al Santo


  • Tav. II    - Il Santo dona il Suo mantello ad un povero



    • Il Santo dona il Suo mantello ad un povero


      • Tav. III   - Il sogno del palazzo pieno d'armi

      • Tav. IV    - Il Crocifisso in San Damiano parla al Santo "Vade, Francisce, repara domum Meam"



        • Il Crocifisso in San Damiano parla al Santo

          Il Crocifisso in San Damiano parla al Santo "Vade, Francisce, repara domum Meam" ... il motto di questo sito



          • Tav. V     - La rinuncia del Santo agli averi ed ai denari



          La rinuncia del Santo agli averi ed ai denari


          • Tav. VI    - Il sogno di Innocenzo III - il Santo che sorregge la Chiesa di Roma



          Il sogno di Innocenzo III - il Santo che sorregge la Chiesa di Roma


          • Tav. VII   - L'approvazione della regola da parte di Papa Innocenzo III

          • Tav. VIII  - La visione del carro di fuoco

          • Tav. IX    - La visione dei troni celesti con quello riservato al Santo

          • Tav. X     - La cacciata dei diavoli da Arezzo

          • Tav. XI    - La prova del fuoco davanti al Sultano Melek El-Kamel

          • Tav. XII   - Estasi di San Francesco

          • Tav. XIII  - Il presepe di Greccio

          • Tav. XIV   - Il miracolo della sorgente



          Navata a sinistra

          • Tav. XV    - La predica agli uccelli

          • Tav. XVI   - La morte del Cavaliere di Celano

          • Tav. XVII  - La predica ad Onorio III

          • Tav. XVIII - L'apparizione ad Arles durante la predica di Sant'Antonio da Padova

          • Tav. XIX   - San Francesco riceve le stimmate sul Monte della Verna

          • Tav. XX    - La morte di San Francesco alla Porziuncola

          • Tav. XXI   - L'apparizione al Vescovo Guido di Assisi ed a frate Agostino

          • Tav. XXII  - L'accertamento delle Stigmate da parte di un cavaliere di nome Girolamo

          • Tav. XXIII - Il pianto di Santa Chiara e delle Clarisse presso San Damiano per la morte del Santo

          • Tav. XXIV  - La canonizzazione da parte di Papa Gregorio IX

          • Tav. XXV   - L'apparizione a Papa Gregorio IX

          • Tav. XXVI  - La guarigione del ferito

          • Tav. XXVII - La confessione della donna resuscitata

          • Tav. XXVIII- La liberazione dell'eretico Pietro d'Assisi

          Siamo sinceri la descrizione di tutti affreschi come la si trova su Wikipedia è imbattibile, addirittura prolissa da quanto entra nel dettaglio ... quasi ci si perde.

          Ma come fotografie invece ...


          Avvertimenti finali

          Quando siete dentro la Basilica, anche se non si sta tenendo Messa, il silenzio è d'obbligo.

          L'accesso alla Basilica è consentito con un vestiario (anche d'estate) molto casto e coperto ... scordatevi bermuda o pantaloncini corti e magliette sbracciate.

          In tutte le parti affrescate della Basilica Papale di Assisi è proibito fare fotografie, anche con il cellulare ... figuriamoci le riprese.

          Sia all'ingresso che dentro la Basilica Papale è presente un servizio d'ordine di polizia privata che non scherza con i fotografi anche se amatoriali.



inassisi




Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1



Lascia i tuoi commenti sulla nostra pagina

inassisi / Google+





























Grazie per la lettura