in assisi .com
Assisi

Basilica Papale di San Francesco di Assisi

La Cripta

Sotto l'altare maggiore si trova la cripta ove è sepolto San Francesco.

La traslazione del corpo del Santo dalla Chiesa di San Giorgio alla cripta avvenne nel 1230.

Frate Elia Coppi lo seppellì rendendolo inaccessibile ai possibili violatori di Tombe.

La possibilità che a qualcuno venisse in mente di trafigare il Corpo del Santo era concreta e Frate Elia per quasi 600 anni riuscì nel suo intento.

Fu solo nel 1818, dopo ben 52 notti di lavoro, che i frati del Sacro Convento, autorizzati da Pio VII, giungevano al sarcofago di San Francecso.

Dopo la classica ricognizione le spoglie furono riposte in un'urna di bronzo con sigillo Papale.

Nel 1820 fu aperta, scavandola a vivo nella roccia, la cripta.

Tomba di San Francesco

Ma la versione che oggi vediamo è del 1932 e la si deve all'opera dell'Arch. Ugo Tarchi.

Per accedere alla cripta si usano le due scalette site a circa metà navata centrale.

Con la scaletta di destra scendiamo alla cripta, mentre con quella di sinistra risaliamo.

Al centro della cripta si trova il blocco funerario monolitico in marmo rosa del Subasio con all'interno l'urna che conserva i resti del Santo.

Davanti al blocco c'è l'altare.

Nelle pareti della cripta, protette con grate in ferro, sono stati sistemati i corpi, spostandoli da altre parti della Bssilica inferiore, dei Beati Frati Angelo Tancredi da Rieti (+1258), Leone il confessore di San Francesco (+1271), Rufino (+1249) cugino di Santa Chiara e Masseo da Marignano (+1280).

Infine nel punto in cui le due scalette per scendere e salire si incrociano, è sepolto il corpo della Nobildonna Romana Beata Jacopa dei Settesoli moglie di Graziano dei Frangipani che scherzosamente San Francesco soleva chiamare Frate Jacopa.


Avvertimenti finali

Quando siete dentro la Basilica, anche se non si sta tenendo Messa, il silenzio è d'obbligo.

L'accesso alla Basilica è consentito con un vestiario (anche d'estate) molto casto e coperto ... scordatevi bermuda o pantaloncini corti e magliette sbracciate.

In tutte le parti affrescate della Basilica Papale di Assisi è proibito fare fotografie, anche con il cellulare ... figuriamoci le riprese.

Sia all'ingresso che dentro la Basilica Papale è presente un servizio d'ordine di polizia privata che non scherza con i fotografi anche se amatoriali.



inassisi




Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1



Lascia i tuoi commenti sulla nostra pagina

inassisi / Google+





























Grazie per la lettura